Fotovoltaico variabile

Una interessante opportunità è offerta dagli impianti montati a terra su struttura variabile nell'inclinazione sul solo asse orizzontale.

Abbiamo visto che variare l'inclinazione da circa 20° in estate fino ai 60° in inverno (cioè eseguire una regolazione ogni 3 mesi, nei solstizi stagionali) farà produrre all'impianto circa un 20% in più di quanto produrrebbe se installato in modo fisso.

Questa soluzione potrebbe rappresentare un ottimo compromesso fra l'impianto fisso e quello ad inseguimento poiché a fronte del circa 20% in più di produzione energetica il costo per realizzare una struttura regolabile manualmente a 4 punti è di poco superiore ad una struttura fissa.